Miglior plugin cache WordPress: Wp Rocket e sto! un’affermazione che ormai mi porto avanti da diverso tempo ogni qualvolta vado alla ricerca di un plugin Cache che mi possa far cambiare idea al riguardo.

Dopo la guida sul come ottimizzare al meglio la velocità di WordPress, ecco l’articolo sul perchè questo è il miglior plugin cache WordPress che io abbia mai utilizzato e sul come settarlo al meglio per ottenere le migliori performance possibili.

Miglior plugin cache WordPress gloria a Wp Rocket

Avendone provati diversi, avendo provato sempre gli stessi, ho fatto qualche ricerca approfondita e sono capitato su un’articolo (inglese) dove spiegava quali sono i principali fattori che bisogna ottimizzare con i plugin per tirar fuori il meglio dal proprio sito.

Seguiva dicendo che tutto questo elenco di ottimizzazioni è possibile trovarlo in: Wp Rocket.

OK, ma è veramente valido questo plugin? ovviamente ho fatto diverse ricerche.

Questa volta più mirate.

Ho cercato articoli che trattassero il miglior plugin cache WordPress ma che siano stati scritti/aggiornati negli ultimi 3/6 mesi.

Ed ecco che incredibilmente, Wp Rocket è stato più e più volte scelto come il miglior plugin cache WordPress, con l’unica pecca di essere a pagamento.

Eggià a pagamento, ma il top si paga è solo questione di fare un piccolissimo sforzo.

Miglior plugin cache WordPress - WP Rocket

Miglior plugin cache WordPress – WP Rocket

Cosa caratterizza questo fantastico plugin?

L’obiettivo degli sviluppatori era quello di creare un plugin che fosse tanto fantastico quanto semplice da utilizzare: minima configurazione per il massimo delle performance.

Incredibile non credi?

Questi due fattori hanno fatto si che questo plugin crescesse in tempi brevissimi, facendosi notare con prepotenza e scalando la classifica del miglior plugin cache WordPress in assoluto.

Hai sentito bene: IN ASSOLUTO.

Perchè sono così sicuro di quello che dico? perchè non solo ho avuto dei risultati stratosferici risolvendo anche tante problematiche che avevo con altri plugin, ma perchè tantissimi blog di grande importanza lo consigliano a gran voce.

Thanks to our plugin, WordPress has never been so efficient

Facile da usare e tanta potenza da sfoderare. Non sono un poeta ma su quello che ho detto nun ce piove mica

Diamo il vero inizio a questo articolo, vedendo cosa Wp Rocket offre in più rispetto a gli altri plugin, per poi analizzare singolarmente ogni fattore.

Voglio ricordarti che in quest’articolo non parlerò solamente del miglior plugin cache WordPress ma ti insegnerò anche come configurarlo al meglio.

Miglior plugin cache WordPress - Caratteristiche a confronto Wp Rocket

Miglior plugin cache WordPress – Caratteristiche a confronto Wp Rocket

1. Configurazione rapida

La scelta di questo team è stata quella di rendere il plugin il più semplice possibile per raggiungere sia i più esperti del settore che persone meno pratiche.

Quindi la configurazione rapida vi metterà a vostro agio, la grafica e navigazione intuitiva renderà l’ottimizzazione un processo veloce e facile per chiunque.

2. Caching della pagina

Qui non c’è niente di nuovo, il caching della pagina permette di velocizzare notevolmente il processo di caricamento.

Questo fattore migliorerà il tuo posizionamento su Google e diminuirà le probabilità che un’utente abbandoni il tuo sito prima del tempo.

3. Precaricamento della Cache

Il precaricamento, come dice il titolo stesso, permette di caricare anticipatamente ogni pagina del sito attraverso un crawler del plugin, in questo modo migliorerai immediatamente l’indicizzazione del tuo sito.

4. Caching del Browser

Cache Browsing, ogni qualvolta tu visiti una pagina di un sito, devi sapere che carichi nel browser ogni elemento che struttura la pagina, come ad esempio: file JS, file CSS, immagini, ecc…

Questo farà si che man mano che i visitatori continueranno la navigazione del tuo sito non ci sarà bisogno di caricare di nuovo i file già caricati in precedenza, grandioso non credi?

5. Compressione Gzip

Il processo di compressione consiste nel diminuire il peso di ogni file che viene reso disponibile per essere scaricato, quindi il file vero e proprio si presenterà sotto forma di file zip per far si che questo pesi molto meno rispetto ad un file non compresso.

Una volta scaricato dal browser, il file verrà decompresso ed elaborato. Semplice no?

6. Ottimizzazione dei Google Fonts

Ultimamente i fonts di Google vengono molto utilizzati e Wp Rocket introduce questa funzione per l’ottimizzazione di quest’ultimi riducendo le richieste HTTP.

7. Ottimizzazione delle immagini

Quante volte hai fatto un test con GtMetrix e nel risultato finale ti è capitato di vedere una voce che suggeriva di segnalare negli attributi di ogni immagine la grandezza della stessa?

Ecco, perchè non avere un plugin che fa questo per te?

Wp Rocket aggiunge automaticamente gli attributi mancanti per ridurre il tempo di calcolo del browser.

Ridurre il tempo di calcolo?

Si esatto, immaginate che il browser sia una persona, e il nostro amico deve scegliere le cornici per inserirci delle opere per poi appenderle sui muri di una mostra d’arte.

Se il buon uomo ogni qualvolta che deve scegliere la cornice per assemblare un quadro, deve prendere le misure dell’opera sicuramente impiegherà molto più tempo a completare il lavoro, ma se insieme ad ogni opera ci sia attaccato un foglietto con le misure esatte in altezza e larghezza, quanto tempo risparmierebbe?

La spiegazione è terra terra, ma fondamentalmente il concetto è questo.

8. Lazy Load

Usi quotidianamente Facebook? allora sai già di cosa sto parlando.

Lazy Load significa “caricamento pigro” e consiste nel caricare le immagini solo quando queste vengono richieste, e in che modo?

Molto semplice.

In poche parole verranno caricate le immagini solo quando queste rientrano nel raggio di visualizzazione della pagina del browser:

lazy_load_wp-rocket

Lazy Load – Wp Rocket

Praticamente le immagini vengono caricate scrollando la pagina.

Quindi nel momento in cui visiteranno il tuo sito, i tempi di caricamento si ridurranno notevolmente perchè invece di dover caricare tutte le immagini presenti, queste appariranno in sequenza man mano che saranno necessarie.

Fai quanto serve, non più del richiesto.

9. Minificazione/Concatenazione

Wp Rocket, come altri plugin per la gestione della cache, unisce e riduce il peso di file html, css e js per rendere la fase di scaricamento molto più veloce.

10. Gestione CDN, occhio di riguardo a CloudFlare

Wp Rocket mette a disposizione una scheda per la gestione avanzata dei CDN, infatti annuncia compatibilità con i servizi più famosi tipo MaxCDN, avendo sopratutto un occhio di riguardo verso ClouFlare.

Nella sezione riguardante la configurazione del plugin approfondiremo quest’ultima cosa.

11. Caricamento JS rimandato

Come ho già spiegato sulla mia guida sul come velocizzare WordPress, il processo di caricamento degli script js potrebbe essere lento abbastanza da intaccare la velocità del sito.

Questo plugin fa in modo che, in ordine di caricamento, i file js vengano lasciati per ultimi.

Sarebbe lo stesso identico procedimento sul quale consigliavo di spostare quest’ultimi posizionandoli sul footer, per far sì che siano gli ultimi elementi ad essere caricati.

Praticamente: daje n’pò, a quelli ce pensamo dopo!

12. DNS Prefetching

Il DNS prefetching è una particolare funzione che permette di ridurre le richieste HTTP dei domini esterni, precaricandoli.

13. Riconoscimento Dispositivo

Wp Rocket, come altri plugin, riconosce se il dispositivo a collegarsi sia un Desktop, un tablet o uno smartphone e si comporta di conseguenza.

14. Compatibilità Multisito e Mutlilingua

Wp Rocket essendo il miglior plugin cache WordPress, è l’unico ad essere completamente compatibile con la funzione Multisite di WordPress, che sia strutturato in: sottocartella, sotto dominio o dominio.

Stesso identico discorso vale per i più famosi plugin Multilingua: WPML, qTranslate, Poylang.

Assicura massima compatibilità con ognuno di essi.

Altri tipi di compatibilità

  • WooCommerce
  • Easy Digital Download
  • iThemes Exchange
  • Jigoshop
  • WP­Shop
  • WP Touch
  • WordPress Mobile Pack
  • Wp Mobile Detector
  • bbPress
  • Apache
  • Nginx
  • Microsoft IIS
  • LiteSpeed
  • Varnish

Come potete vedere, Wp Rocket è compatibile praticamente con tutto.

Un motivo in più per sceglierlo non credi? 😀

Benchmark di WP Rocket e plugins a confronto

Ho trovato un grandissimo articolo, scritto da un’importantissimo team di sviluppo, che mette a confronto e testa tutti i plugin cache per WordPress, postando diversi tipi di risultati molto interessanti.

Devo dire la verità non ho mai visto dei test così specifici e molto curati e non potevo non condividere con te questa fenomenale super recensione (se così vogliamo chiamarla).

Il team in questione è il WP Dev Shed quindi tutto quello che riporterò sarà tutto lavoro loro, mi limiterò semplicemente a tradurre nel miglior modo possibile, test e immagini sono di loro proprietà.

L’articolo risale al 6 giugno 2015 quindi è MOLTO recente.

Sarò breve.

L’elenco dei plugin che sono messi a confronto sono davvero tanti e da quanto ho letto sono tutti quelli che gli autori sono riusciti a trovare.

Ecco l’elenco:

  • AIO Cache
  • Alpha Cache
  • Bodi0’s Easy Cache
  • Cachify
  • Flexicache
  • Gator Cache
  • Hyper Cache
  • Hyper Cache Extended
  • Lite Cache
  • Next Level Cache
  • Really Static
  • Super Static Cache
  • W3 Total Cache
  • Wordfence with Falcon
  • WP Fast Cache
  • WP Fastest Cache
  • WP Rocket
  • WP Super Cache
  • WP-Cache.Com
  • Zen Cache

Poveri loro che li hanno testati tutti.

Ma devi ringraziarli per tutto il lavoro perchè come vedrai tra poco è davvero molto ben fatto.

Tanti sono i plugin, tanti i test che hanno effettuato per poterli mettere a confronto.

Non vedo l’ora che tu possa vedere i risultati ma prima ti dico quali sono stati i test:

  • Google PageSpeed Insights
  • GTMetrix and YSlow
  • ApacheBench
  • Pingdom
  • Webwait

Google Page Speed, GTMetrix e YSlow sono i primi a confronto

I primi risultati che vedrai sono stati ottenuti effettuando i test su Google Page Speed e GT Metrix.

wordpress-cache-google-pagespeed

Google PageSpeed – GTMetrix – YSlow | WP Dev Shed

Come puoi vedere nell’immagine, la prima voce “NO CACHE” rappresenta il punteggio ottenuto con i test senza alcun plugin attivo e da come noterai sicuramente dobbiamo scendere fino a WP Fastest Cache per vedere dei risultati significativi. Addirittura W3 Total Cache in questo dettagliato test non ha dato il risultato che magari ti aspettavi essendo forse al momento il più gettonato.

Nel Google Speed test ha fatto meglio di tutti WP Super Cache staccando di parecchio WP Rocket e Wp Fastest Cache, mentre per il test effettuato con GT Metrix, la situazione si capovolge perchè a salire sul gradino più alto in questo caso è proprio il protagonista di questo articolo, WP Rocket seguito da WP Fastest Cache e W3 Total Cache.

Ok, abbiamo visto i primi due test e WP Rocket è uscito vincitore solo in uno dei due, ma come ti avevo anticipato in precedenza i test sono parecchi e quelli che riporterò sono 5 in totale (che poi in realtà sono tutti quelli presenti nell’articolo) quindi ne mancano altri 4.

Ti anticipo solo che d’ora in avanti l’unico vincitore di ogni restante confronto è sempre e proprio WP Rocket, continua a leggere per scoprire come!

ApacheBench

Con questo modulo di Apache viene effettuato un test che consiste nel testare il server e vedere quante richieste è in grado di gestire per secondo.

Quante più richieste vengono gestite tanti visitatori possono essere “serviti” contemporaneamente.

Ecco che il test è stato effettuato attivando uno alla volta tutti i plugin, prego… ecco i risultati:

wordpress-cache-apache-requests

WordPress Cache Apache Requests | WP Dev Shed

Quello che ti sta dicendo in poche parole questo test è che WP Rocket è si il più veloce in assoluto, ma più specificatamente che quanto è attivo il server riesce a gestire 71 richieste per secondo e impiega 0,0141 ms a gestirne una per una, praticamente il 300% più veloce rispetto ad un sito senza un plugin cache.

Seguono sul podio WP-Cache.com e WP Fastest Cache che terminano non molto lontano dal vincitore ma sono sempre un gradino sotto 🙂

Pingdom Test Tool

Questo sicuramente a differenza del precedente test, potresti conoscerlo. Quindi iniziamo!

Il sito che sta facendo da cavia, senza l’utilizzo di alcun cache plugin si carica, come puoi vedere dalla prima voce nell’immagine che segue, in 2,780 secondi.

wordpress-cache-pingdom-load-times

WordPress Pingdoom Tools Test | WP Dev Shed

Qui WP Rocket si conferma il miglior plugin cache WordPress e stacca di tanto i suoi predecessori.

Focalizzati sul primo classificato, quello in verde:

  • se provi a leggere la tabella vedrai che i tempi di caricamento nella prima colonna sono di 970 ms! meno di un secondo ed è l’unico ad aver raggiunto questo risultato.
  • è il 187% più veloce del sito senza plugin alcuno, praticamente quasi il doppio
  • poi per ultimo troviamo la differenza in ms ed è di 1810 in meno dal non avere il plugin

Seguono il podio WP Super Cache che non riesce a fare meglio di 1330 ms ed infine al 3° posto W3 Total Cache non riesce a fare meglio di 1530 ms.

WebWait

In questo tour de force per scoprire qual’è il miglior plugin cache WordPress (anche se tu lo sai già grazie a me 😉 ) arriviamo agli ultimi due risultati che abbiamo a disposizione. Questa volta i test sono stati fatti con WebWait (il sito al momento non è raggiungibile).

cache-median-load-time

WebTime Tool Test | WP Dev Shed

WebTime Tool Test | WP Dev Shed

WebTime Tool Test | WP Dev Shed

Perchè due risultati?

WebWait è uno strumento molto diverso dagli altri. Funziona in maniera diversa per esaminare il tempo di caricamento del tuo sito web. Questo strumento carica un intera pagina web in parte diverse e si può anche fissare il numero di volte che si vuole caricare le pagine al fine di calcolare il valore medio del tempo di caricamento. E’ un sistema affidabile che restituisce risultati accurati per determinare i tempi di caricamento.

Anche qui WP Rocket eccelle a differenza degli altri, come ti dicevo è il miglior plugin cache WordPress che c’è al momento in circolazione.

Comprendi?

Ecco qualche dimostrazione del plugin all’azione

Prima di spiegarti come va configurato il plugin, nel caso sceglierai di acquistarlo, voglio farti vedere qualche risultato a confronto, che io personalmente ho ottenuto, per dimostrarti la straordinaria efficacia di questo incredibile prodotto, il miglior plugin cache WordPress:

Wp Rocket-w3total-test

Wp Rocket – w3 Total Cache – Confronto

Bene, come dimostra l’immagine nel primo test, riporto il risultato ottenuto con W3 Total Cache, invece nel secondo riporto il risultato ottenuto con Wp Rocket.

Non solo ho diminuito drasticamente il tempo di caricamento della pagina passando da 3.35sec a 1.38 sec, ho anche diminuito le richieste e aumentato il punteggio di pingdom tools.

I più attenti noteranno un’altra cosa: vedete le due voci in basso? nelle due immagini notiamo due grandi differenze:

  • la prima sta nel fatto che i tempi di risposta da parte del server con w3 total superano i 0.6ms, mentre quelli con Wp Rocket non superano i 0.2ms. NOTEVOLE.
  • la seconda differenza sta nel tipo di file che viene caricato in successione, ossia? nel primo caso abbiamo un file JS mentre nel secondo abbiamo un file CSS, cosa significa? Ricordate quando vi ho spiegato che Wp Rocket rimanda il caricamento dei file js per velocizzare il processo di caricamento della pagina? Beh ecco, detto fatto!

Cosa ne pensi? Questo è un cambiamento che devi seriamente prendere in considerazione!

HO UN REGALO PER TE! Il team che ha sviluppato il plugin, ha apprezzato moltissimo il mio post e mi ha contattato dandomi un COUPON da poter utilizzare per chiunque dei miei lettori. Se decidi di acquistare il plugin avrai uno sconto del 20%, quindi eccoti la possibilità di acquistare Wp Rocket e spendere meno! 

AFFRETTATI! Lo sconto è valido solo per i primi 15 che acquistano il plugin utilizzando il codice, eccolo qui: eliasripari20basta inserirlo nella pagina del pagamento dove viene chiesto se hai un codice promozionale

Inoltre ha anche inserito il mio articolo nella loro Hall of Fame delle migliori recensioni che hanno ottenuto, ecco il link alla pagina.

Hai comprato il plugin? Grande! ti spiegherò come configurarlo, cominciamo!

Se stai leggendo questa parte dell’articolo o hai acquistato il plugin e vuoi sapere come si ottimizza al massimo, oppure sei solamente curioso di vedere il funzionamento prima dell’acquisto.

In entrambe i casi… buona lettura 😀

Opzioni di base

Questa è la prima scheda che troverai quando inizierai la configurazione:

Lazy Load: non ti spiegherò di nuovo il funzionamento di questa funzione, mettete la spunta sia per le immagini che per gli iframe e i video

screen1.1

Ottimizzazione files: selezionando tutte le caselle abiliteremo la minificazione e concatenazione dei files.

ATTENZIONE: questa funzione potrebbe comportare problemi di visualizzazione. Ma come potete vedere, viene comunque linkato un video che vi spiegherà come risolvere evenutali problematiche.

Nel caso in cui il problema si presenta in una o alcune pagine e hai difficoltà nel seguire il video, sappi che puoi disabilitare queste funzioni singolarmente per ogni post/pagina, troverai una voce apposita.

screen1.2

Cache Mobile: spuntando questa voce abiliterete il caching per smartphone e tablet. Il plugin consiglia anche di evitare questa voce se utilizzate eventuali plugins che si occupano di questo aspetto.

Io ti consiglio la funzione integrata su Wp Rocket e disabilitare qualsiasi altro plugin che utilizzavi in questo caso.

screen1.3

Io personalmente ho scelto di spuntare anche il caching per gli utenti conosciuti, impostando la cancellazione della cache a 24 h

screen1.4

Opzioni Avanzate

In questa scheda vedrai quelle che sono tutte le opzioni avanzate del plugin.

Personalmente (nel mio blog) non ne ho avuto alcun bisogno quindi non ho eseguito alcuna operazione, ma vi elencherò quello che troverete:

  • Precaricare richieste DNS
  • Impostare lo svuotamento delle cache automatico per le pagine ogni qualvolta queste vengono aggiornate
  • Escludere pagine dall’operazione di caching
  • Elencare i cookies che vogliamo escludere dal processo di caching e di conseguenza le pagine che ne fanno uso
  • Memorizzare nella cache pagine che fanno uso di query particolari
  • Possibilità di non inviare pagine per determinati user agent
  • Possibilità di ridurre a un unico file sia i CSS che i JS*
  • Possibilità di escludere files CSS e JS dalla minificazione
  • Possibilità di includere files JS nel footer durante il processo di minificazione
  • Possibilità di caricare files JS in modo asincorno

*ATTENZIONE: come anche Wp Rocket consiglia, unificare tutti i file in uno soltanto, oltre a comportare qualche problema di compatibilità (comune per qualsiasi programma di caching) non è sicuramente la scelta giusta, anche perchè scaricare 4 file di peso ridotto contemporaneamente è sicuramente molto più veloce che scaricarne uno solo più pesante.

Gestione CDN

In questa scheda, potrete gestire le opzioni riguardanti i CDN, io utilizzando Cloud Flare, ho messo la spunta sulla voce di riferimento, ho salvato la configuraizione e subito dopo l’aggiornamento della pagina si è attivata un’altra scheda nascosta intitolata CloudFlare.

screen3.1

Cliccateci.

Vedrete una schermata come questa:

screen4.1

Le voci da compilare saranno 3, quindi munitevi di:

  • Indirizzo mail con qui siete registrati al servizio di Cloud Flare
  • La chiave API, ecco come ottenerla
    1. Collegati al vostro account di Cloud Flare
    2. Clicca su “My Settings
    3. Scrolla la pagina e fermatevi alla voce “API key
    4. Clicca su “View API key” e copiatene il contenuto
  • Inserisci il dominio su cui Cloud Flare è configurato

Per ultima cosa abilita le impostazioni ottimali per CloudFlare

screen4.2

E ora?

Ora testa il tuo sito con PingdomTools e GTmetrix.

Quanto sono migliorati i test?

Sono sicuro che ne rimarrai soddisfatto.

Se è andato tutto come si deve, se vuoi dimostrarmi quanto hai gradito questo articolo e solo se ti è stato di grande aiuto, condividilo come preferisci 🙂

Ultima cosa…

Detto tutto questo, credo che sia palese il perchè Wp Rocket sta riscontrando così tanto successo e sia diventato pian piano il miglior plugin cache WordPress.

Sicuramente puoi fare di meglio per migliorare ulteriormente il tuo sito web, ecco perchè ti consiglio di leggere la mia guida sul miglior hosting WordPress e sul come velocizzare al meglio il tuo Sito Web, ti assicuro che questi 3 ingredienti mischiati tra loro sono una vera BOMBA.

Wp Rocket Plugin

$ 39,00
Wp Rocket Plugin
95.8

Costo

8/10

    Usabilità

    10/10

      Efficacia

      10/10

        Supporto

        10/10

          Complessivo

          10/10

            Pro

            • Facile da usare
            • Ottima Documentazione
            • Gran Supporto
            • Super Efficace

            Contro

            • Plugin a pagamento

            Elias Ripari

            read more

            Pin It on Pinterest

            Share This